La casa di Cognac – Yolaine Destremau in anteprima a Firenze!

data evento: 16/03/2018

«Sai nuotare? Allora nuoterai».

Sit ‘N’ Breakfast è orgogliosa di presentare in anteprima assoluta la prossima uscita italiana (maggio 2018) di Yolaine Destremau, “La casa di Cognac”.

All’interno della rassegna “Capitani Coraggiosi – Un mese con Barta Edizioni” infatti, abbiamo l’occasione di conoscere in esclusiva le tumultuose vicende della famiglia Shaughnessy e la loro ossessione che li ha portati a legare il proprio nome al cognac – quel liquore miracoloso, nato per necessità di conservazione, vissuto per contrabbando, qualcosa di unico, che resta nel tempo, «fuoco d’artificio di note fruttate, bagliori fugaci di fiori secchi, di sottobosco muscoso, una punta di pepe, spezie, agrumi e albicocca».

Dal patriarca Richard e dall’invenzione del cognac origina una casa destinata a essere tra le più potenti del mondo: nonostante guerre, concorrenza, Borsa, scandali e i tradimenti, Shaughnessy, questo nome di «sopravvissuti, resuscitati ogni volta, per otto generazioni», sarà un marchio che rifulgerà «da New York a Ulan Bator».
Nessuno Shaughnessy potrà mostrarsi «nemmeno un po’ brillo». Qualcuno di loro dovrà avere in cura il giardino di Saint-Trojan. Ognuno dovrà fare la propria parte per salvare l’unità della dinastia.
E tutti, tutti, dovranno serbare il segreto della fabbricazione di un’ambrosia capace di curare il cuore e il corpo a sorsi di liquidi incendi.

Attraverso secoli tumultuosi, Yolaine Destremau tiene saldo il timone del racconto e, senza un solo tempo morto, conduce il lettore a sentire la stessa, inebriante ossessione degli Shaughnessy per quel
liquore senza uguali, forse la loro unica possibilità d’amore.

Yolaine Destremau, dopo un’infanzia nomade tra l’Africa del Sud, l’Argentina e le estati in famiglia a Cognac, oggi divide la sua esistenza fra Parigi e Lucca. Per una decina d’anni è stata pittrice,
poi si è consacrata interamente alla scrittura. Autrice di sette romanzi, tradotti in svariate lingue, con Barta ha pubblicato Le ribellioni (2015), la sua prima opera tradotta in italiano.

L’ingresso è libero, e l’occasione unica! Non mancate!

Pubblica questo evento:Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter